Piatti doccia come mantenerli sempre lucidi

Il vostro bagno è il luogo in cui vi rilassate ed è dedicato alla cura di voi stessi e della vostra famiglia. Ma che fatica mantenerlo pulito, necessita di pulizia quotidiana molto accurata, altrimenti rischia di diventare un posto poco piacevole. Il lavoro più duro è quello di proteggere i sanitari e il box doccia da un nemico comune in casa il calcare. Più l’acqua è dura più le formazioni di calcare saranno consistenti e difficili da rimuovere.

Se installate dei nuovi piatti doccia vi conviene pulirlo spesso per evitare che si rovini, se invece è già rovinato dall’usura dovete agire in fretta prima che diventi impossibile ripulirlo e sarete costretti a cambiarlo. Il problema più comune che si riscontra è caratterizzato da brutte righe di calcare che si formano sul piatto e ai lati del pannello della doccia. All’inizio hanno un colore bianco, ma poi man mano tendono a diventare di una tonalità più scura che tende al rosa fino a scurirsi per diventare marroncino. Di solito si formano nelle giunzioni tra il bordo del piatto doccia e la fuga delle mattonelle e sono veramente anti igieniche e antiestetiche da vedere.

Qualsiasi casalinga è inorridita nel trovarle e le prova veramente tutte per cercare di eliminarle nel più breve tempo possibile. Vediamo quali prodotti usare, quali sono i più efficaci che non danneggiano lo smalto del supporto. La soluzione più concreta è quella di usare un buon anticalcare, questo è l’unico modo per eliminare questo fastidioso residuo. Bisogna fare attenzione però perché la maggior parte di questi detersivi sono inquinanti e nocivi per l’ambiente e quindi bisogna usarli con parsimonia. Di prodotti chimici anticalcare in vendita ce ne sono tantissimi,essi sono composti da additivi come acido formico, acido fosforico e sulfamminico con la proprietà di sciogliere ed evitare la formazione di carbonato di calcio e magnesio. Questi prodotti hanno anche un azione passivante, cioè proteggono le superfici nel tempo.

Vanno usati di solito durante le normali pulizie, con l’aiuto di guanti, hanno un tempo di posa e poi di risciacquo. Esistono anche soluzioni naturali e fai da te, i vecchi rimedi della nonna, che sono stati già sperimentati, sono un po’ meno efficaci e consistono in metodi più faticosi, ma potete sempre provare e valutarne i risultati. Sono sicuramente soluzioni più economiche e vantaggiose per l’ecosistema. Il metodo più efficace è una soluzione fai da te di aceto bollente mischiato a detersivo per piatti diluito e sale da tenere in posa per 5 minuti sulla superficie da trattare. Bisogna faticare un po’ di più perché c’è bisogno di grattare con un apposita spugna. Questa soluzione sembra essere comunemente usata, valutate voi in base allo stato del vostro piatto doccia quale fa al caso vostro.